Prof. Giuseppe Mancia
Specialità:
Servizi: Cura dell’Ipertensione
  • Posizione attuale

GM è Professore Emerito all’Università degli Studi  Milano-Bicocca , Direttore del Centro Ipertensione dell’Istituto Clinico Universitario,Verano Brianza (Policlinico di Monza) e del Centro di Epidemiologia e Trial Clinici dell’IRCSS, Istituto Auxologico Italiano.E’ anche Presidente della Fondazione Italiana su “Ricerca e Innovazione per Ipertensione e Protezione Cardiovascolare”  e della Fondazione della Società Europea dell’ Ipertensione (ESH) a Zurigo. E’ dal 2008 Coordinatore della Consulta delle 15 Società Scientifiche nazionali operanti nel settore della prevenzione cardiovascolare.

 

  • Percorso formativo

Nel 1964 si è laureato cum laude presso l’Università degli Studi di Siena. Nel 1967 si e specializzato (cum laude) in Cardiologia e Reumatologia. Dal 1965 al 1969 è stato ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e nel 1970 ha ottenuto la Libera Docenza in Fisiologia. Ha conseguito la laurea in medicina per gli USA  (ECFMG) nel 1971 ed è stato Post-Graduate Fellow del US Public Health Service e Research Associate presso la Mayo Clinic and Foundation dal 1972 al 1974. Nel 1974-1975 è stato Resident in Cardiologia presso la Virginia Commonwealth University.

 

  • Posizioni accademiche

Dal 1969 al 1981 è stato Assistente Ordinario di Medicina Interna presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Milano. Nel 1981 è divenuto Professore Associato  e nel 1985 Professore Ordinario di Medicina Interna  presso l’Università di Milano prima e di Milano-Bicocca poi. Nelle due Università ha diretto, con afferenza all’Ospedale S.Gerardo di Monza, la Clinica Medica (1992-2012), il Dipartimento Universitario di Medicina Clinica, Prevenzione e Biotecnologie Sanitarie,il Dipartimento Ospedaliero di Medicina, e le Scuole di Specialità in Medicina Interna, Malattie dell’Apparato Cardiovascolare, Emergenza-Urgenza ed Endocrinologia. E’ stato anche Direttore  dei Master di Medicina dei Trapianti d’Organo e di Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione Cardiaca.Ha diretto il Dottorato di Ricerca in Ipertensione e Rischio Cardiovascolare ed il Centro Interuniversitario (Università di Milano. Milano-Bicocca e Pavia) di Fisiologia Clinica e Ipertensione dal 2001 al 2012.

 

  • Societa scientifiche/task force/comitati

E’ stato membro del Consiglio Direttivo (1982-1992), Segretario (1984-1988) e Presidente (1988-1990) della International Society of Hypertension (ISH), Presidente della European Society of Clinical Investigation (1980-1982), dell’ESH (1999-2001) e della Società Italiana per l’Ipertensione Arteriosa (1997-1999),E’ stato anche Chairman del Working Group su Ipertensione e Cuore della European Society of Cardiology (ESC) (1994-1996),membro dell’Executive Scientific Committee of ESC (1986-1991), e  membro “ex-officio” (unico europeo) del Consiglio Direttivo della American Society of Hypertension (1996-2008).E’ stato membro del Comitato per la Terapia Cardiovascolare del World Health Federation , Presidente del Comitato Scientifico e Organizzatore di vari Congressi dell’ESH  (2001, 2003, 2005, 2007, 2009, 2011, 2013 e 2015),Chairman del Comitato Scientifico del Congresso ISH di Praga (2002),e Presidente onorario degli ISH Meeting di Montreal (1990) e San Paulo (2004) e dell’ESH/ISH  Meeting di Atene (2014).

E’ stato coordinatore per l’ISH del Forum delle Società Nazionali per l’Ipertensione e membro della Task Force ( Comitato estensore) per le linee guida ESC sulla Prevenzione Cardiovascolare (1993, 1998, 2003) e per le Linee Guida su Ipertensione WHO/ISH (1993 e 1999). E’ stato Chairman del Comitato Linee Guida Europee (ESH/ESC) sull’Ipertensione (2003, 2007, 2009 e 2013), e ha fatto parte (unico europeo) della Task Force (Comitato estensore) sull Ipertensione nell’Anziano dell’American College of Cardiology (2011 – unico europeo). E’ stato Chairman del Liaison Committee WHO/ISH. Egli è dal 2005 Executive Officer e Chairman del Comitato ESH per le attività formative.

 

  • Premi e riconoscimenti scientifici

GM ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti scientifici, tra i quali la Heymans Lecture Award della International Society of Pharmacology, Wright International Award del High Blood Pressure Council of Australia, la Volhard e la Tigersted (MSD) Awards  dell’ISH, la Folkow Award dell’ ESH, e il Premio per la Ricerca della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa. E’ stato nominato Conferenziere dell’Anno dalle Università e Hypertension League del Belgio (1992) Gli è stato conferito il Talal Zein Foundation Award, l’International Recordati Prize, il Premio Invernizzi 2001 per la Medicina, la Medaglia d’Oro della Fondazione Lorenzini , l’ Hariri Memorial  Award. E’ stato inoltre nominato  membro onorario dell’ESH, del High Blood Pressure Council of Australia, della Latinoamerican Hypertension Society e della Japanese Circulation Society.  E’ inoltre membro onorario di  numerose altre Società Scientifiche, tra le quali la British Hypertension Society,la German Hypertension League, la Spanish Hypertension Society, l’International Society of Behavioural Medicine ed il Regius College of Physicians di Edimburgo. Gli è stato conferito il premio Rosa Camuna della Regione Lombardia e la Commenda al merito della Repubblica Italiana  nel 2014.E’ stato di recente incluso tra le 100 eccellenze italiane nei diversi settori di attività  (Cerimona di premiazione a Montecitorio, Dicembre 2015).

E’ stato invitato a tenere relazioni o letture magistrali in oltre 600 convegni internazionali, tra le quali la Pickering Lecture (British Hypertension Society), la Tigersted Lecture (Finnish Hypertension Society), La Merck Frosst Lecture (Canadian Society of Cardiology) la Saeb Salam State-of-the-art Memorial Lecture (Lebanon University), la Brian Bronte Steward Memorial Lecture (Glasgow University), la L.F.Leloir Nobel Laureate Lecture (Buenos Aires) e la Gavras Life Achievement Lecture (Atene).

 

  • Riconoscimenti accademici

Gli è stata conferita la  Spinoza Honorary Professorship dell’Università di Amsterdam ed è Professore Onorario dell’Università  e membro onorario dell’Accademia delle Scienze di Cordoba. Ha ricevuto la Laurea Honoris Causa in Medicina dalle Università di Danzica, Bucarest (Carol Davila) e Glasgow (Doctorship in Science).

 

  • Attività editoriale

Ha curato oltre 90 Supplementi per Riviste Scientifiche internazionali. Ha scritto o è stato Editore di oltre 20 volumi su ipertensione o malattie cardiovascolari , tra i quali il Textbook on Hypertension Pathopysiology (Elsevier,1997), il Manual of Hypertension (Churchill-Livingstone,2002), il Textbook on Hypertension dell’ ESH (Informa,2008), The Cardiorenal Syndrome (Springer, 2010),Special Issues in Hypertension (Springer,2013), Resistant Hypertension (Springer,2013), Metabolic Syndrome – A Therapeutic Challenge (Van Zuiden,2005 e 2008), il Textbook of Hypertension of ESH, 2a Ed. (CRC Press, 2014) e White Coat Hypertension (Springer,2014),. Fa o ha fatto parte dei Board Editoriali ed è Reviewer delle maggiori riviste internazionali di malattie cardiovascolari e medicina interna.Dal 1995 è co-editore della Rivista ufficiale di ESH e ISH (Journal of Hypertension).

 

  •  Attività scientifica

Le ricerche di GM si incentrano sulla epidemiologia, fisiopatologia, diagnosi e terapia dell’ipertensione arteriosa, dell’insufficienza cardiaca e della patologia coronarica, nonché sui fattori di rischio cardiovascolari, inclusi diabete, obesità ed altre alterazioni metaboliche. In particolare, si è occupato di monitoraggio dinamico della pressione arteriosa, ,controllo neuroumorale della circolazione sanguigna, meccanica delle grandi arterie, effetti emodinamici dei farmaci cardiovascolari, dello stress e del sonno, nonché di indagini epidemiologiche e trial di intervento nell’ipertensione e diabete. Ha fatto parte o è stato Chairman dei Comitati Direttivi di vari trial clinici. Ha pubblicato più di 1800 articoli, rassegne ed editoriali su riviste indexate della letteratura medica internazionale. Le pubblicazioni di GM hanno avuto, al novembre 2015, circa 103.000 citazioni (calcolo su 1000 articoli) su riviste scientifiche “peer-review”. Con un H-index di 135, il più elevato tra i cardiologi e internisti italiani (ref. Google Scholar). E’ da molti anni nella lista degli  scienziati “highly cited” (Thomson Reuters, 2015) e nel 2013 è stato indicato come uno dei 400 scienziati più “influenti” del mondo (EJCI, 2013). Un suo articolo è risultato il più citato nella letteratura medica mondiale nel biennio 2004-2005 (Ref. The Scientist),e tre sono stati inclusi tra i 10 lavori più citati in campo di ipertensione arteriosa (Ref Hypertension, 2014).


Struttura ad Alta Specializzazione
Personale qualificato e tecnologia all'avanguardia sono al vostro servizio.
© Copyrights 2021 - Istituto Clinico Brianza - privacy policy - powered by IT Impresa